Brescia Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Il settore metalmeccanico di Brescia: tra cassa integrazione e cauta speranza

I dati recentemente diffusi dalla Fiom rivelano uno scenario complesso

La situazione attuale nel settore metalmeccanico della provincia di Brescia mostra una realtà sfaccettata, che unisce la sfida delle misure di cassa integrazione a un cauto ottimismo per il futuro. I dati recentemente diffusi dalla Fiom rivelano uno scenario complesso, influenzato dal contesto economico e produttivo.

Un aspetto significativo della situazione attuale riguarda l’ampio ricorso alla cassa integrazione ordinaria (Cigo). Finora, 217 aziende del settore hanno adottato questa misura, interessando 10.206 lavoratori. In parallelo, altre 62 aziende hanno inoltrato la domanda per la cassa integrazione da gennaio, coinvolgendo ulteriori 4.756 lavoratori. Questi numeri evidenziano non solo l’impatto dell’attuale situazione economica sul settore, ma anche la dipendenza di molte aziende da queste misure di supporto.

Nonostante il panorama attuale, Antonio Ghirardi, segretario generale della Fiom di Brescia, osserva un barlume di speranza. “In questo preciso momento storico appare evidente il calo della produttività,” commenta Ghirardi, ma riconosce anche la robustezza del tessuto industriale bresciano. La sua visione intravede una potenziale ripresa, nonostante le difficoltà correnti. Questo ottimismo cauto è un segnale importante per il settore, che potrebbe indicare una resilienza più ampia dell’economia locale.

Al di là della Cigo, altri meccanismi di supporto sono in atto. Cinque aziende hanno attivato la cassa integrazione straordinaria (Cigs), interessando 485 dipendenti. Inoltre, 10 imprese hanno implementato contratti di solidarietà, coinvolgendo 1.034 lavoratori. Questi dati forniscono una visione più completa dell’impatto delle misure di sostegno nel settore, mostrando come diverse soluzioni vengano adottate per navigare questo periodo difficile.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

L'aumento del costo della vita costringe i bresciani a rinunciare alle cure mediche...
Aziende bresciane alle prese con la difficoltà di reperimento del personale qualificato...

Altre notizie

Brescia Tomorrow