Brescia Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Taxi abusivi a Brescia: scatta il “giro di vite” da parte della Polizia

Continua, da parte della Polizia Locale di Brescia, la lotta contro la piaga dei taxisti abusivi. Emergono sempre più casi preoccupanti

La lotta contro i taxisti abusivi a Brescia continua, con nuove azioni decise da parte della Polizia Locale per contrastare questo fenomeno sempre più diffuso. Un recente blitz ha colpito nuovamente in piazza Arnaldo, dove un taxista abusivo è stato fermato mentre trasportava sei ragazzi maggiorenni fuori città. La sorpresa è stata scoprire che il conducente utilizzava l’auto di sua moglie per svolgere questa attività illecita. Come risultato, il veicolo è stato sequestrato e sarà successivamente confiscato, mentre la patente del conducente è stata ritirata e inviata alla Prefettura per l’emissione di un decreto di sospensione.

Il problema dei taxi abusivi è sempre più diffuso, con servizi che vengono utilizzati principalmente da minorenni che pagano cifre tra i 10 e i 15 euro a testa per essere trasportati. Questo comporta non solo una minaccia alla concorrenza leale tra i tassisti autorizzati, ma anche un rischio per i passeggeri, che spesso si affidano a sconosciuti non autorizzati senza alcuna protezione.

Gli interventi della Polizia Locale contro il fenomeno dei taxi abusivi non sono nuovi. Il Comando di via Donegani aveva già avviato un’analisi del problema e sviluppato strategie operative per affrontarlo in modo efficace.

In precedenti operazioni, la Polizia Locale aveva fermato due taxisti abusivi durante la notte del 23 e 24 dicembre 2023. Nel primo caso, il conducente aveva pattuito un prezzo di dieci euro a testa per trasportare sei minorenni verso i locali di via Dalmazia, mentre nel secondo caso, quattro maggiorenni diretti a Bagnolo Mella avevano pagato 15 euro ciascuno per il viaggio.

Un aspetto preoccupante di questo fenomeno è che i passeggeri non conoscono il conducente del veicolo e richiedono il servizio attraverso una terza persona, non ancora identificata, che organizza il trasporto. Questo aspetto è particolarmente pericoloso dato che molti dei ragazzi che utilizzano questi servizi sono minorenni e non sono pienamente consapevoli dei rischi legati al viaggiare con sconosciuti non autorizzati.

L’assessore alla Sicurezza, Valter Muchetti, ha elogiato l’operato degli ufficiali e degli agenti coinvolti nell’operazione contro i taxi abusivi, sottolineando che oltre a rappresentare una forma di concorrenza sleale nei confronti dei tassisti legali, questa pratica è estremamente pericolosa per i passeggeri, privi di qualsiasi tutela. Le persone coinvolte in questi servizi illegali sono sconosciute e i loro veicoli non sono soggetti ai controlli obbligatori previsti per i taxi regolari. Pertanto, è essenziale continuare a combattere questo fenomeno per garantire la sicurezza dei cittadini.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Una pattuglia del Radiomobile di Chiari ha notato un uomo, un 45enne residente ad Adro,...
Un lieve terremoto di magnitudo 1.8 è stato avvertito in diverse località delle valli Trompia e Sabbia...
Il pomeriggio di giovedì 18 aprile è stato segnato da una violenta rissa al campo...

Altre notizie

Brescia Tomorrow