Brescia Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Sciopero dei lavoratori: proteste contro la chiusura del magazzino Leroy Merlin

Sono intervenuti circa cinquanta operai affiliati al sindacato SiCobas.

Nel bresciano, la protesta dei lavoratori del magazzino di Castel San Giovanni, Piacenza, a rischio chiusura, si è intensificata con il coinvolgimento di circa cinquanta operai affiliati al sindacato SiCobas. Martedì mattina, questi lavoratori hanno organizzato un picchetto all’ingresso del polo logistico di Via Sam Quilleri a Chiari, bloccando il transito dei camion che trasportano merce per Leroy Merlin, azienda al centro delle proteste a seguito dell’annunciata chiusura del deposito piacentino.

La decisione di chiudere il magazzino di Castel San Giovanni ha suscitato un’ampia reazione da parte dei lavoratori e del sindacato SiCobas, che hanno organizzato scioperi e picchetti in vari magazzini e punti vendita Leroy Merlin in città e provincia, compresi Mantova, Genova, Milano e Alessandria. L’obiettivo delle proteste è fermare la chiusura del magazzino, che metterebbe a rischio circa 500 posti di lavoro.

La protesta dei lavoratori è alimentata dalla preoccupazione per il futuro occupazionale e dalle incertezze legate alla chiusura del magazzino di Castel San Giovanni. Lì, decine di operai sono scesi in strada per bloccare l’accesso a diversi camion, interrompendo temporaneamente le operazioni logistiche.

Il sindacato SiCobas ha sottolineato l’importanza di salvaguardare i posti di lavoro e ha chiesto un dialogo costruttivo con Leroy Merlin per trovare soluzioni alternative alla chiusura del magazzino. La lotta dei lavoratori ha ricevuto ampio supporto da parte di altri sindacati e della comunità locale, evidenziando la solidarietà nella difesa degli interessi dei lavoratori.

La situazione rimane fluida, ma le proteste dei lavoratori di Leroy Merlin dimostrano la determinazione nel proteggere i propri posti di lavoro e lottare per un futuro migliore per loro stessi e le loro famiglie. La chiusura del magazzino di Castel San Giovanni continua a essere al centro della contestazione, mentre i lavoratori cercano una soluzione che possa garantire la sopravvivenza dell’occupazione e delle loro fonti di reddito.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Per tre giorni consecutivi, da venerdì 12 fino a domenica 14 aprile, dalle ore 10...
Una giornata di mobilitazione a tutela dei diritti dei lavoratori...
Rinascita della ciclopedonale Vello-Toline: tra sfide e innovazione...

Altre notizie

Brescia Tomorrow