Brescia Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Arrestato spacciatore tunisino a Brescia: giovane italiano complice dell’autista

Il tunisino abdava in questura per l'obbligo di firma e poi usciva a spacciare eroina e cocaina come se niente forsse

La scorsa giornata è stata segnata da un arresto significativo a Brescia, dove un 44enne tunisino residente a Mazzano è stato catturato dalla Polizia locale cittadina. L’accusa era legata a un evento precedente, quando il soggetto era stato trovato in possesso di circa un chilo di eroina. Ma cosa ha portato all’arresto di questo individuo e quale ruolo ha svolto un giovane italiano in questa vicenda?

L’arresto è avvenuto nell’arco della giornata di giovedì, poco dopo che il pusher, i cui movimenti erano attentamente monitorati dalla polizia locale di Brescia, aveva terminato il suo obbligo di firma presso la Questura. L’operazione è stata eseguita in via Bartolomeo Gualla, nelle vicinanze dell’ospedale Città di Brescia, dove gli agenti hanno fatto scattare le manette.

Quello che ha colpito gli inquirenti è stata la presenza di un giovane italiano che fungeva da autista per il tunisino. In cambio delle sue attività di conducente, riceveva dosi di cocaina. Questo giovane bresciano aveva già avuto a che fare con la legge in passato per fatti simili, ma sembra che ciò non sia stato sufficiente a farlo desistere dal coinvolgersi in attività illecite.

Oltre al grave sospetto di spaccio di stupefacenti, l’uomo tunisino aveva ancora in suo possesso alcuni grammi di sostanze stupefacenti, che aveva recuperato a Mazzano per le consegne previste nella giornata. Il giudice di turno ha convalidato l’arresto e ha emesso un divieto di dimora in città per il pusher tunisino, al fine di impedirgli di continuare le sue attività illegali nella zona.

Questo arresto mette in luce l’importanza della collaborazione tra le forze dell’ordine e la costante vigilanza sulle attività di individui sospetti. La presenza di un giovane italiano coinvolto in queste attività criminali sottolinea la necessità di un intervento tempestivo per prevenire la perpetuazione di comportamenti illeciti nella società.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Una pattuglia del Radiomobile di Chiari ha notato un uomo, un 45enne residente ad Adro,...
Un lieve terremoto di magnitudo 1.8 è stato avvertito in diverse località delle valli Trompia e Sabbia...
Il pomeriggio di giovedì 18 aprile è stato segnato da una violenta rissa al campo...

Altre notizie

Brescia Tomorrow