Brescia Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Aggressione e sparatoria alla luce del sole: la tragica giornata di Dello

Abel Peverello, un giovane di 23 anni di etnia rom, ha messo in atto un piano minaccioso che aveva precedentemente annunciato su Facebook

Il tardo pomeriggio del 13 gennaio a Dello è stato teatro di una scena agghiacciante, trasformando una tranquilla giornata in un incubo per gli abitanti locali. Abel Peverello, un giovane di 23 anni di etnia rom, ha messo in atto un piano minaccioso che aveva precedentemente annunciato su Facebook. Armato di pistola e fucile, si è diretto verso la casa dell’ex fidanzato della sorella e dei loro familiari, con l’intento dichiarato di ucciderli. Una volta sul posto, ha esplodito quattro colpi di arma da fuoco contro la facciata e una finestra dell’abitazione, urlando minacce mortali. Questo atto di violenza non solo ha terrorizzato i residenti locali, ma ha anche scatenato un’allerta immediata tra le forze dell’ordine.

Peverello non si è limitato a perpetrare l’attacco; ha anche preso a cuore l’importanza della visibilità social, proclamando le sue azioni e minacce in diretta su Facebook. Durante una delle sue dirette, ha esclamato frasi violente e minacce di morte, promettendo ulteriori attacchi inaspettati. Questo comportamento ha rivelato una premeditazione e una crudeltà che hanno sconvolto la comunità, evidenziando i pericoli derivanti dall’uso distorto dei social media.

Prima di raggiungere la residenza dei suoi bersagli, Peverello aveva già manifestato la sua violenza aggredendo l’ex della sorella e alcuni parenti con una mazza da baseball e tentando di investirli con la sua auto. Questo atto iniziale di violenza ha messo in moto una serie di eventi che hanno culminato nella sparatoria contro la casa. Fortunatamente, nonostante la gravità dell’attacco, non si sono registrati feriti.

In risposta a questa serie di eventi allarmanti, i carabinieri di Verolanuova hanno condotto un’indagine approfondita, raccogliendo prove schiaccianti contro Peverello. Di conseguenza, è stata emessa un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per il giovane. Il 23 gennaio, Peverello è stato arrestato nella sua abitazione di Mazzano e successivamente trasferito nel carcere di Brescia, in attesa del processo. Le accuse a suo carico comprendono minacce, danneggiamento con esplosione di colpi di arma da fuoco, atti persecutori e porto in luogo pubblico di arma da fuoco.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Attualmente, oltre 30 carabinieri sono impegnati nell'operazione, che ha già portato all'arresto di sette persone...
Il treno regionale veloce 2635, partito poco prima da Brescia e diretto verso Venezia, ha...
Un pasticcere 44enne della Valtrompia, titolare di una nota pasticceria, si trova al centro di...

Altre notizie

Brescia Tomorrow