Brescia Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Lotta al microcitoma polmonare: il progetto Asst Spedali Civili di Brescia e Roche Italia

Questo progetto consente un approccio diagnostico e terapeutico tempestivo e integrato

In una svolta significativa nel trattamento del microcitoma polmonare, l’Asst Spedali Civili di Brescia, insieme a Roche Italia, ha lanciato un progetto innovativo. Questo progetto consente un approccio diagnostico e terapeutico tempestivo e integrato, fondamentale data la natura aggressiva e rapidamente evolutiva di questa malattia. La diagnosi precoce e la gestione del microcitoma polmonare sono complesse a causa della sua presentazione clinica in stadi avanzati e dei sintomi significativi fin dall’esordio. Pertanto, è essenziale coinvolgere un team multidisciplinare per creare percorsi di trattamento personalizzati e adeguati per ogni paziente.

La peculiarità di questo progetto risiede nella collaborazione stretta tra oncologi clinici e radioterapisti. Per la prima volta, hanno la possibilità di valutare insieme i pazienti affetti da microcitoma polmonare, consentendo una valutazione più completa e un approccio terapeutico ottimizzato. Questa sinergia tra specialisti garantisce una rivalutazione clinica e strumentale in tempi appropriati e una migliore integrazione dei diversi trattamenti disponibili.

Un aspetto cruciale è l’introduzione dell’immunoterapia, grazie alla collaborazione con Roche. Questo nuovo trattamento ha significativamente migliorato il tasso di risposta e le curve di sopravvivenza dei pazienti, ponendo nuovamente in primo piano una patologia che, fino a poco tempo fa, non aveva visto miglioramenti significativi nel trattamento o nella prognosi. L’immunoterapia rappresenta un cambiamento paradigmatico nel trattamento del microcitoma polmonare, offrendo nuove speranze e possibilità.

Il valore aggiunto di questo progetto risiede anche nel sostegno continuo alle attività di collaborazione clinica, assistenziale e scientifica tra le unità operative di Oncologia e Radioterapia. La condivisione intensa delle esperienze cliniche e degli aggiornamenti scientifici tra i professionisti ha il potenziale di ampliare notevolmente la conoscenza della patologia e di migliorare ulteriormente le prospettive terapeutiche.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Dal 27 aprile al 1° maggio, il pittoresco lungolago di Salò si trasforma in un...
Con l'arrivo della primavera, il tessuto culturale e commerciale delle nostre città si anima con...
Andrea Braido brilla come ospite d’onore nella celebre manifestazione di Brescia, un evento che trasforma...

Altre notizie

Brescia Tomorrow