Brescia Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Ci si prepara ai saldi invernali in Lombardia: ecco la data di inizio

Scopri quando inizieranno i saldi e come si prevede che influenzeranno l'economia locale

È arrivato di nuovo il momento tanto atteso per i consumatori amanti degli affari: i saldi invernali del 2024. Quest’anno, la regione Lombardia darà il via ai saldi il venerdì 5 gennaio, con una durata massima di 60 giorni che li porterà a concludersi il lunedì 4 marzo. Questo periodo è sempre molto atteso, e le aspettative sono alte.

Secondo le stime di Confcommercio, il valore complessivo dei saldi invernali in tutta Italia raggiungerà i 4,8 miliardi di euro, mostrando un aumento di 200 milioni rispetto allo stesso periodo del 2023. Questo è un dato significativo, considerando che l’anno precedente il totale era di 4,66 miliardi, e nel 2022 era di 4,24 miliardi.

Ma quanto valgono i saldi in Lombardia? Carlo Massoletti, presidente di Confcommercio Brescia, ci fornisce alcune informazioni preziose. Le previsioni indicano un leggero aumento rispetto all’anno precedente anche nella provincia di Brescia, coinvolgendo oltre 9mila punti vendita. Si prevede che il valore complessivo per i negozi bresciani sarà di 101,5 milioni di euro, in crescita rispetto ai 99,1 milioni del 2023. Questo è un segnale positivo dopo i recenti problemi causati dall’inflazione e dalla conseguente contrazione dei consumi.

Un elemento importante da tenere presente riguardo ai saldi è come funzionano. In base al Testo unico delle leggi in materia di commercio e fiere, dal 6 dicembre scorso non è stato più possibile effettuare vendite promozionali nei 30 giorni precedenti l’inizio dei saldi. Inoltre, i commercianti sono tenuti a esporre il prezzo iniziale accanto al prodotto, insieme alla percentuale di sconto o ribasso. L’indicazione del prezzo di vendita dopo lo sconto è facoltativa.

È fondamentale che gli operatori commerciali forniscono informazioni veritiere in merito agli sconti e che le comunicazioni pubblicitarie non siano ingannevoli per i consumatori. Non è consentito indicare prezzi ulteriori o diversi, e devono essere in grado di dimostrare la veridicità delle informazioni relative al prodotto agli organi di controllo.

Infine, per garantire chiarezza, i prodotti in saldo devono essere separati da quelli venduti a prezzo normale. In caso di difetti nei prodotti acquistati in saldo, i consumatori hanno il diritto di richiedere la sostituzione o il rimborso del prezzo pagato, presentando lo scontrino, che è importante conservare.

I saldi invernali sono un’opportunità per fare affari, ma è essenziale che i consumatori siano informati sui loro diritti e i commercianti rispettino le leggi in vigore. Con l’aumento previsto del valore dei saldi in Lombardia, il 2024 sembra essere un anno promettente per gli amanti dello shopping.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Un rinnovo significativo nella leadership di Confindustria per il prossimo quadriennio...
L'aumento del costo della vita costringe i bresciani a rinunciare alle cure mediche...
Aziende bresciane alle prese con la difficoltà di reperimento del personale qualificato...

Altre notizie

Brescia Tomorrow