Brescia Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Emergenze ambientali in Lombardia: Brescia al primo posto per segnalazioni

La provincia di Brescia emerge come l'area più critica della Lombardia per le emergenze ambientali, con un record di segnalazioni nel 2023.

Nel panorama lombardo delle emergenze ambientali, la provincia di Brescia si è distinta nel 2023 per il numero significativo di segnalazioni, ponendosi al centro dell’attenzione nella lotta contro l’inquinamento. Con 123 emergenze segnalate, di cui il 52,8% ha richiesto sopralluoghi immediati, il Bresciano si conferma come il territorio più sollecitato della regione per quanto riguarda le problematiche ambientali.

Le statistiche, tratte dal rapporto annuale dell’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale (Arpa), evidenziano un panorama preoccupante ma non privo di speranza, grazie ad un leggero calo rispetto all’anno precedente, quando furono registrate 151 segnalazioni. In tutta la Lombardia, le segnalazioni di emergenza ambientale hanno raggiunto quota 687, di cui 318 hanno comportato un’effettiva attivazione di pronto intervento.

Il Bresciano si è trovato particolarmente impegnato nella gestione dell’inquinamento idrico, con ben 63 segnalazioni relative a questa tipologia di emergenza. Le altre segnalazioni hanno coperto una vasta gamma di problemi, tra cui inquinamento atmosferico, incendi, molestie olfattive e incidenti stradali, con un’attenzione specifica verso l’inquinamento di suolo e la scoperta di discariche abusive.

Tra i comuni più esposti, la città di Brescia spicca con 13 segnalazioni, seguita da località come Marone, Castenedolo, Manerbio e Villa Carcina. Le emergenze sono state caratterizzate principalmente da fenomeni come schiume, idrocarburi, sostanze colorate e moria di pesci, a dimostrazione della varietà e complessità delle sfide ambientali che il territorio deve affrontare.

L’attenzione si rivolge anche agli incendi, in particolare quelli che coinvolgono attività produttive e impianti di trattamento rifiuti. Il fenomeno degli incendi dolosi ha mostrato un trend di crescita, rendendo necessarie azioni concrete per la sua mitigazione.

Di fronte a questa realtà, l’assessore regionale all’Ambiente, Giorgio Maione, evidenzia l’importanza della collaborazione tra istituzioni e cittadinanza per affrontare efficacemente le emergenze ambientali. L’impegno dell’Arpa è fondamentale per supportare le politiche amministrative volte alla tutela dell’aria, dell’acqua e del suolo, soprattutto in un territorio come quello bresciano, storicamente gravato da problemi ambientali. L’obiettivo è quello di sbloccare situazioni irrisolte, promuovere la rigenerazione urbana e l’educazione ambientale, e adattarsi ai cambiamenti climatici.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Rumore incessante e inquinamento: il disagio quotidiano vissuto a Buffalora...
L'emergenza rifiuti a Urago Mella, Brescia, richiede soluzioni immediate...
Superati i limiti di PM10, richiesti interventi urgenti per la qualità dell'aria...

Altre notizie

Brescia Tomorrow