Brescia Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Scoperta discarica abusiva di rifiuti: un sequestro lungo le sponde del fiume Oglio

Risalente agli anni '80, la discarica sepolta dalla vegetazione ora sotto sequestro

Nel territorio comunale di Seniga, lungo le pittoresche sponde del fiume Oglio, è stata effettuata una scoperta sorprendente: una discarica abusiva risalente agli anni ’80 è stata finalmente riportata alla luce. Il nucleo di polizia giudiziaria dell’Arpa di Brescia ha preso provvedimenti immediati, completando il sequestro di circa 1.000 metri cubi di rifiuti di varia natura nella giornata di giovedì 28 dicembre.

La scoperta è stata possibile grazie agli sforzi congiunti di diversi enti, tra cui l’Agenzia Interregionale per il fiume Po (AIPO), che stava lavorando all’argine del fiume Oglio per mettere in sicurezza e rinforzare il terrapieno soggetto all’erosione spondale. Durante questi lavori, l’impresa incaricata ha fatto una scoperta inaspettata: una vecchia discarica abusiva che era rimasta nascosta per decenni.

L’assessore all’Ambiente e Clima della Regione Lombardia, Giorgio Maione, ha elogiato l’intervento delle autorità, dichiarando: “Ringrazio il personale Arpa per l’intervento. I rifiuti erano ormai nascosti dalla vegetazione spontanea cresciuta in questi decenni. Ci sono alcune criticità ambientali che si protraggono da troppo tempo, in provincia di Brescia e sul territorio regionale. È ora di intervenire e di risolvere i problemi, a tutela del territorio e dei cittadini“.

Il sequestro dei rifiuti è stato un passo fondamentale per chiarire l’origine e la natura dei materiali accumulati nella discarica abusiva. Inoltre, ha permesso di individuare le diverse responsabilità dei soggetti che hanno operato nell’area nel corso degli anni. È stato un chiaro segno di collaborazione tra tutti gli enti coinvolti, che hanno lavorato insieme per raggiungere questo importante risultato.

Questa scoperta mette in evidenza l’importanza della vigilanza ambientale e della necessità di affrontare le criticità ambientali che possono insorgere nel corso del tempo. Il territorio e i cittadini meritano una tutela adeguata, e il sequestro di questa discarica abusiva è un passo nella giusta direzione per preservare la bellezza naturale delle sponde del fiume Oglio e garantire un ambiente più sano per tutti.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il lavoratore stava intervenendo sugli impianti elettrici dell'edificio quando ha improvvisamente manifestato sintomi di malore...
Il fatale episodio è accaduto nelle colline moreniche del Garda, presso il comune di Muscoline...
Il giudice per le indagini preliminari (GIP) di Brescia, Angela Corvi, ha emesso una convalida...

Altre notizie

Brescia Tomorrow