Brescia Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

La nuova mini tangenziale di Adro e le preoccupazioni ambientali che ne derivano

Riuscire a preservare la natura, mentre si migliorano le infrastrutture. Legambiente Franciacorta contro la necessità di abbattere alberi e filari di piante per far spazio all'asfalto

La città di Adro sta affrontando un importante progetto di infrastruttura con l’avvio della procedura di assegnazione dell’appalto per il secondo lotto della mini-tangenziale. Questo progetto, fissato come priorità per il 2024 dalla Giunta comunale, mira a migliorare la circonvallazione di Torbiato e la SpXII Rovato-Capriolo, con l’inclusione di lavori di manutenzione straordinaria delle strade locali. Tuttavia, il tracciato previsto per questa mini-tangenziale presenta sfide significative in termini ambientali.

Uno dei principali problemi che ha attirato l’attenzione dei cittadini e delle organizzazioni ambientaliste, come Legambiente Franciacorta, è la necessità di abbattere alberi e filari di piante per far spazio all’asfalto. In particolare, in via San Zeno, due grandi pini di cinquant’anni stanno per essere rimossi. Questi alberi non sono solo importanti dal punto di vista estetico, ma rappresentano anche il rifugio di numerosi rapaci, tra cui poiane e gufi.

Questi pini si trovano in un’area privata in uso a un’azienda, ma l’espansione del parcheggio prevista come parte del progetto stradale li mette a rischio. Questa situazione ha sollevato preoccupazioni tra i cittadini, che vedono un continuo abbattimento indiscriminato di alberi nella zona. Per affrontare questa problematica, Legambiente Franciacorta sta lavorando alla creazione di un regolamento comunale intitolato “Taglio e Abbattimento degli Alberi“. Questo regolamento avrà lo scopo di fornire una guida chiara alle Amministrazioni civiche su come gestire il taglio e l’abbattimento degli alberi in modo responsabile ed ecologico.

Il regolamento prenderà spunto da modelli già esistenti, come quello adottato a Borgosatollo, che prevede anche sanzioni per coloro che non rispettano il procedimento. Silvio Parzanini, presidente di Legambiente Franciacorta, ha sottolineato l’importanza di questo tema, sia per i cittadini che per il mantenimento dell’identità verde della Franciacorta.

In effetti, la gestione sostenibile delle risorse verdi è cruciale per garantire un futuro sostenibile per il nostro pianeta. Il confine tra il taglio autorizzato e quello sconsiderato è sottile, e i numerosi casi di abbattimento indiscriminato ne sono una testimonianza tangibile. Pertanto, è fondamentale che le comunità locali e le autorità locali lavorino insieme per proteggere e preservare le risorse naturali, contribuendo così a mantenere intatta l’identità verde di luoghi come la Franciacorta.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Le Autorità Regionali ampliano il monitoraggio del sito inquinato da cromo esavalente e altri metalli...
Rumore incessante e inquinamento: il disagio quotidiano vissuto a Buffalora...
L'emergenza rifiuti a Urago Mella, Brescia, richiede soluzioni immediate...

Altre notizie

Brescia Tomorrow