Brescia Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Margherita Magli: laurea a pieni voti con la sindrome di Down

Originaria di Orzinuovi e diplomata al liceo Munari di Crema, Margherita non ha permesso che la sindrome di Down definisse i confini del suo potenziale

In un mondo dove i pregiudizi e le barriere sono ancora ostacoli da superare, Margherita Magli si è distinta per il suo straordinario percorso accademico, dimostrando come la determinazione possa trasformare ogni sfida in un’opportunità di crescita e successo. Con soli 22 anni, Margherita ha recentemente celebrato un traguardo significativo, la laurea in Fashion Design presso l’Accademia di Belle Arti Laba di Brescia, ottenendo un eccellente risultato di 110/110 con lode. Questo successo non è solo personale ma rappresenta un’importante dichiarazione di inclusione e diversità nel mondo della moda.

Originaria di Orzinuovi e diplomata al liceo Munari di Crema, Margherita non ha permesso che la sindrome di Down definisse i confini del suo potenziale. Al contrario, ha utilizzato la sua esperienza personale come fonte di ispirazione per la sua tesi di laurea, intitolata “Moda e diversità: Come la bellezza interiore può ridefinire i canoni del bello”. Guidata dalla professoressa Silvia Casagrande, Margherita ha esplorato l’intersezione tra disabilità, bellezza e moda, offrendo una prospettiva unica e profondamente personale su come questi elementi possano coesistere armoniosamente.

Nel suo lavoro, Margherita ha affrontato con coraggio e apertura le sfide imposte dalla società verso chi, come lei, vive con la trisomia 21. Ha messo in luce come, storicamente, la percezione della bellezza e della disabilità abbia subito un’evoluzione, passando da un’epoca in cui la diversità era più accettata a una società contemporanea spesso meno inclusiva. La sua ricerca ha dimostrato come la moda possa diventare uno strumento potente di inclusione, superando i tradizionali concetti di bello e brutto per celebrare ogni individuo come un’opera d’arte unica.

Attraverso la sua analisi e le testimonianze artistiche raccolte, Margherita ha tracciato una nuova direzione per il futuro del design di moda, una che accoglie e valorizza la diversità in tutte le sue forme. La sua conclusione enfatizza la convinzione che la bellezza interiore trascenda qualsiasi definizione estetica convenzionale, proponendo una visione dove ogni essere umano può essere visto e apprezzato come un capolavoro irripetibile.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Ordinanza per la sicurezza a seguito di frana: stop alla navigazione e altre attività acquatiche...
Vasco Rossi è stato accolto con fervore durante la cerimonia di consegna del XV Premio...
La città di Chiari si appresta a dare il benvenuto a un nuovo supermercato Iperal...

Altre notizie

Brescia Tomorrow