Brescia Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Biker morto in incidente stradale: l’automobilista era sotto l’effetto di drog

Ora ci sarà un processo immediato per l'automobilista che ha travolto e ucciso Marco Pancaldi con l'accusa di omicidio stradale

La Procura di Brescia, rappresentata dal sostituto procuratore Carlo Pappalardo, che coordina le indagini, ha avanzato la richiesta di un processo immediato per C.F., un uomo di 48 anni accusato di omicidio stradale aggravato. L’incidente in questione è avvenuto l’11 agosto scorso alle Coste di Sant’Eusebio, nel territorio di Caino, e ha portato alla tragica morte del 30enne Marco Pancaldi di Montichiari.

A distanza di mesi dalla tragedia, la dinamica dell’incidente si è chiarita ulteriormente. Il 48enne, con una professione di operaio carpentiere e qualche precedente penale, stava guidando un Fiat Fiorino quando, dopo una curva, ha invaso la corsia opposta. È in questo momento che si è trovato di fronte alla moto Benelli di Pancaldi, un motociclista e titolare di una concessionaria di motociclette, che era alla guida di un nuovo modello.

L’urto violento ha provocato il lancio di Pancaldi dalla sella della sua moto e l’ha gettato sul ciglio della strada, in una piccola scarpata. Purtroppo, le ferite riportate sono state fatali e Pancaldi è deceduto sul colpo.

Dopo l’incidente, è stato lo stesso 48enne a chiamare il numero di emergenza 112. Una volta arrivati sul luogo, i Carabinieri hanno sottoposto l’automobilista ai test standard per l’alcol e le droghe, e il risultato è stato positivo per la presenza di cannabinoidi, cocaina e oppiacei nel suo organismo. Di conseguenza, è stato arrestato e da allora è stato posto agli arresti domiciliari.

Durante gli interrogatori con gli investigatori, l’automobilista ha ammesso di aver consumato droghe, ma ha sostenuto di non averne fatto uso nei giorni immediatamente precedenti all’incidente. Tuttavia, la Procura ha deciso di richiedere un processo immediato per lui. La decisione finale ora spetta al giudice per le indagini preliminari (gip). La famiglia di Marco Pancaldi attende con ansia giustizia per la tragica perdita del loro caro.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il lavoratore stava intervenendo sugli impianti elettrici dell'edificio quando ha improvvisamente manifestato sintomi di malore...
Il fatale episodio è accaduto nelle colline moreniche del Garda, presso il comune di Muscoline...
Il giudice per le indagini preliminari (GIP) di Brescia, Angela Corvi, ha emesso una convalida...

Altre notizie

Brescia Tomorrow