Brescia Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

La truffa del “neonato nel cassonetto”: allarme nei comuni bresciani

A Orzinuovi, Chiari, Rudiano e Montichiari è scattato l'allarme

In quattro comuni bresciani – Orzinuovi, Chiari, Rudiano e Montichiari – è emerso un allarmante schema di truffa che sfrutta i social media per ingannare i cittadini. I truffatori, esperti in crimini informatici, creano post che imitano articoli di giornale, con l’obiettivo di attirare l’attenzione degli utenti online. Questi post, dal contenuto drammatico, parlano del ritrovamento di un neonato senza vita in un contenitore per abiti usati. L’aspetto ingannevole di questi post sta nel fatto che sembrano riferirsi a eventi specifici che si verificano nei paesi degli utenti.

Il modus operandi dei truffatori prevede che, una volta cliccato sul link fornito nel post, agli utenti venga chiesto di inserire i propri dati personali per accedere gratuitamente alla notizia. In realtà, queste informazioni vengono poi utilizzate dai criminali per sottrarre denaro o ricattare le vittime. Nonostante l’apparente veridicità dei post, si tratta di false notizie, tutte uguali, che sfruttano il dramma di un neonato abbandonato per ingannare i lettori.

Le forze dell’ordine sono intervenute con un avviso di cautela, sollecitando i cittadini a diffidare di questi post ingannevoli e a segnalare prontamente eventuali casi di truffa. Fino a questo momento, non risultano denunce formalizzate relative a questo specifico schema di truffa, ma l’attenzione rimane alta.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Attualmente, oltre 30 carabinieri sono impegnati nell'operazione, che ha già portato all'arresto di sette persone...
Il treno regionale veloce 2635, partito poco prima da Brescia e diretto verso Venezia, ha...
Un pasticcere 44enne della Valtrompia, titolare di una nota pasticceria, si trova al centro di...

Altre notizie

Brescia Tomorrow