Brescia Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Assalto a una villa a Erbusco: il terrore vissuto da una famiglia

I ladri si barricano in casa e svaligiano la villa: rubate borse griffate, cappotti e persino una trapunta

Una tranquilla serata si è trasformata in un vero incubo per una famiglia di Erbusco, una settimana fa, quando un gruppo di ladri si è barricato nel loro appartamento mentre erano al piano inferiore della loro villa in via Carducci. Da allora, la famiglia vive costantemente nel terrore, con il ricordo degli attimi di panico che li tormenta giorno e notte.

Il colpo, nonostante la presenza di diverse persone nella villa, è stato messo a segno in pochi istanti. Nicola, uno dei membri della famiglia, aveva appena terminato la sua giornata lavorativa ed era passato a trovare i suoi genitori al piano terra della villa. Durante quel breve periodo, suo fratello aveva preso la macchina ed era uscito dal box, lasciandolo aperto, e molto probabilmente i ladri avevano approfittato di quell’occasione per nascondersi all’interno della villa.

Senza che nessuno se ne accorgesse, i ladri si erano introdotti nella casa dei genitori di Nicola e, da lì, erano saliti attraverso la scala interna fino all’appartamento di Nicola, dove avevano chiuso la porta a chiave dall’interno.

Quando Nicola ha cercato di rientrare, ha subito notato che la porta era chiusa e bloccata dall’interno. Il panico e l’ansia lo hanno subito pervaso, e ha iniziato a battere con forza sulla porta, a urlare e a chiedere aiuto. Successivamente, insieme a suo padre, hanno cercato di entrare dalla porta principale, ma non è stato possibile, poiché non c’erano segni di effrazione, ma il piccolo spioncino dell’anta del bagno era stato divelto, e la finestra era aperta. Nicola, spinto dalla disperazione, è riuscito a entrare in casa attraverso la finestra.

Quando ha acceso la luce, ha fatto una terribile scoperta: la sua casa era stata violata. Cassetti aperti, abiti sparsi ovunque, armadi e letti spostati, e persino le fotografie della sua gioventù sparse per la camera. Era stato un colpo al cuore. I ladri avevano saccheggiato la casa, portando via cinque borse griffate, alcuni cappotti e persino una trapunta. Il giorno successivo, Nicola ha dovuto sporgere denuncia presso la stazione dei carabinieri di Erbusco.

Questo assalto ha lasciato una cicatrice profonda nella vita di Nicola e della sua famiglia, che ora vivono con il costante timore di un altro attacco. La loro tranquillità è stata compromessa, e i segni di questo trauma rimangono indelebili.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il lavoratore stava intervenendo sugli impianti elettrici dell'edificio quando ha improvvisamente manifestato sintomi di malore...
Il fatale episodio è accaduto nelle colline moreniche del Garda, presso il comune di Muscoline...
Il giudice per le indagini preliminari (GIP) di Brescia, Angela Corvi, ha emesso una convalida...

Altre notizie

Brescia Tomorrow