Brescia Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Il “miracoloso” ritorno a casa di Taivas: torna a casa dopo due giorni di avventure

Taivas è stato avvistato in diversi luoghi, da Case di Viso e Pezzo a Vezza d’Oglio, fino alla statale 42 e infine a Monno, dove è stato ritrovato

La storia di Taivas è un vero e proprio miracolo che ha scaldato il cuore di tutti coloro che l’hanno seguita. Questo meticcio di 4 anni è scomparso nel nulla, iniziando un’avventura straordinaria che ha toccato il cuore di tutti coloro che lo conoscevano.

Tutto è iniziato quando Taivas è scappato dal controllo dei suoi padroni durante una passeggiata sulle piste del Tonale, nel pomeriggio di domenica 3 dicembre. La sua scomparsa ha gettato nella disperazione Simona, la sua padrona, insieme al compagno Davide e ai loro amici. Le ricerche sono iniziate immediatamente, e le segnalazioni sono giunte da ogni parte. Gli utenti dei social media hanno condiviso la notizia e gli avvistamenti si sono moltiplicati.

Durante questi due giorni di angoscia, Simona ha cercato Taivas tra i boschi che circondano Monno, sperando di riportarlo a casa sano e salvo. Le speranze sembravano svanire, ma poi è arrivata la chiamata decisiva. Taivas si trovava nel centro del paese, a pochi passi dalla chiesa. Questa volta, Simona è riuscita ad arrivare prima che il cane potesse essere spaventato dall’avvicinarsi delle persone e dalle auto che passavano. Taivas l’ha riconosciuta immediatamente e le è corso incontro scodinzolando, segno che finalmente era al sicuro.

Il cane era spaventato e affamato, ma in buona salute nonostante la sua avventura durata due giorni e due notti. Durante la sua scomparsa, Taivas è stato avvistato in diversi luoghi, da Case di Viso e Pezzo a Vezza d’Oglio, fino alla statale 42 e infine a Monno, dove è stato ritrovato.

La comunità online ha svolto un ruolo fondamentale nel ritrovamento di Taivas. Le migliaia di condivisioni e le segnalazioni da parte dei proprietari hanno contribuito a diffondere la notizia della sua scomparsa, mentre le chiamate e gli aiuti nelle ricerche hanno dimostrato quanto la solidarietà delle persone possa fare la differenza.

Simona ha voluto ringraziare tutte le persone coinvolte nella ricerca di Taivas, dicendo: “Un enorme grazie a tutti, per le numerosissime condivisioni, per gli aiuti nelle ricerche, per le chiamate. Senza di voi adesso Taivas non sarebbe qui con noi.” È un lieto fine che ha riunito la comunità in un abbraccio di gioia e gratitudine, dimostrando quanto sia potente la forza dell’amore per i nostri amici a quattro zampe.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Puffo
Abbandonato per una condizione congenita, Puffo lotta per una seconda possibilità...
Era l'11 aprile, esattamente dodici mesi dopo la sua scomparsa, quando Teo è stato avvistato...
Nell'ultima serie di missioni, Sole e il suo team si sono concentrati su specifiche aree...

Altre notizie

Brescia Tomorrow