Brescia Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Ex fidanzata minacciata: primo arresto a Breno con il nuovo codice rosso

Un uomo di 35 anni è stato arrestato in seguito alle accuse di stalking e minacce nei confronti della sua ex

Nella lotta contro la violenza di genere, le recenti modifiche al codice rosso hanno portato a un intervento significativo a Brescia. Un caso recente illustra l’efficacia di queste nuove misure, segnando un passo importante nella protezione delle vittime di violenza.

Nel piccolo comune di Breno, un uomo di 35 anni è stato arrestato in seguito alle accuse di stalking e minacce nei confronti della sua ex fidanzata, di due anni più giovane. L’arresto è avvenuto grazie all’applicazione dell’arresto con flagranza in differita, una disposizione introdotta con le recenti modifiche al codice rosso.

La vittima, una donna di 33 anni, aveva terminato la relazione e cercato di proseguire con la sua vita. Tuttavia, l’ex partner ha continuato a perseguitarla con minacce gravi, inclusa quella di attaccarla con acido e di causarle danni irreparabili, simili a quelli subiti da altre donne vittime di violenza. Spinta dalla disperazione, la donna si è rivolta ai carabinieri di Breno, che hanno proceduto con l’arresto dell’uomo.

Il codice rosso, rafforzato in seguito al tragico evento del femminicidio di Giulia Cecchettin, prevede misure più severe per contrastare la violenza di genere. Tra queste, si annoverano il potenziamento di strumenti come l’ammonimento, l’uso del braccialetto elettronico, la definizione di una distanza minima di avvicinamento e l’applicazione di queste misure ai cosiddetti «reati spia», come l’arresto in differita.

L’episodio di Breno rappresenta la prima applicazione di queste misure a Brescia dal loro introdurre nel novembre scorso. L’arresto del 35enne segna un momento cruciale, dimostrando l’efficacia del codice rosso rafforzato nella protezione delle vittime di violenza e nell’agire contro i perpetratori di tali reati.

Nelle prossime ore, l’uomo comparirà davanti al giudice per l’udienza di convalida, un passo ulteriore nella procedura legale che segue il suo arresto.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il lavoratore stava intervenendo sugli impianti elettrici dell'edificio quando ha improvvisamente manifestato sintomi di malore...
Il fatale episodio è accaduto nelle colline moreniche del Garda, presso il comune di Muscoline...
Il giudice per le indagini preliminari (GIP) di Brescia, Angela Corvi, ha emesso una convalida...

Altre notizie

Brescia Tomorrow