Brescia Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Pitbull aggredisce tre persone a Mazzano

Esperti valutano l'aggressività del cane dopo l'attacco a tre persone: Cosa riserva il futuro per il Pitbull?

Un recente episodio di aggressione da parte di un pitbull a Mazzano ha scosso la comunità locale e sollevato diverse questioni sulla sicurezza e la gestione degli animali pericolosi. In risposta a questa situazione, un pool di esperti si prepara a valutare l’aggressività e i possibili disturbi comportamentali di questo cane.

L’aggressione ha coinvolto tre persone che stavano passeggiando a Ciliverghe. Le ferite più gravi sono state riportate dalla dottoressa Daniela Cassago, che ha subito lesioni gravi, tra cui una lesione al tendine d’Achille che richiederà interventi di plastica ricostruttiva. Anche il dog sitter che accompagnava il cane e un vicino di casa hanno subito ferite, con il pitbull che è riuscito a sfuggire al controllo della compagna del proprietario.

Il racconto dettagliato di Daniela Cassago ha portato alla luce la pericolosità di questa razza di cane, sollevando preoccupazioni sulla sua gestione e sulle misure di sicurezza necessarie. In seguito alla segnalazione dei carabinieri, il Comune e gli veterinari dell’Ats (Azienda Tutela della Salute) hanno definito una strategia per prevenire futuri episodi simili.

Il sindaco Fabio Zotti ha dichiarato che è fondamentale evitare inutili allarmismi, poiché la situazione è sotto controllo. Il Comune ha monitorato da tempo la situazione e ha collaborato con le autorità locali e il distretto veterinario. L’Ats, in risposta alle denunce delle persone aggredite, ha emesso disposizioni per il pitbull coinvolto nell’aggressione, tra cui l’obbligo di museruola, guinzaglio e assicurazione.

Inoltre, è previsto un periodo di riabilitazione per il cane e un corso di formazione obbligatorio per il proprietario, che dovrà ottenere un patentino al termine del corso. Al momento, non sono stati presi provvedimenti giudiziari contro il proprietario del pitbull, ma la situazione è attentamente monitorata per garantire la sicurezza pubblica.

A partire da lunedì, il pitbull sarà ospitato in un centro specializzato dove verrà sottoposto a una valutazione approfondita per determinare il suo livello di aggressività e identificare eventuali disturbi comportamentali. Questa valutazione sarà condotta da un team di esperti nel campo della comportamento animale.

In base ai risultati di questa valutazione, si prenderà una decisione riguardo al futuro del cane. Sarà possibile restituirlo al proprietario, a condizione che vengano adottate tutte le misure necessarie per garantire la sicurezza pubblica, o si potrà valutare l’opzione dell’adozione, cercando una nuova casa per l’animale.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il lavoratore stava intervenendo sugli impianti elettrici dell'edificio quando ha improvvisamente manifestato sintomi di malore...
Il fatale episodio è accaduto nelle colline moreniche del Garda, presso il comune di Muscoline...
Il giudice per le indagini preliminari (GIP) di Brescia, Angela Corvi, ha emesso una convalida...

Altre notizie

Brescia Tomorrow