Brescia Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Il Museo sulla strage del ’74 a Brescia: una nuova casa per la memoria

Casa della Memoria e Fondazione Brescia Musei collaborano per un museo immersivo unico presso l'ex palazzo Martinengo delle Palle

A cinquant’anni dalla Strage del 1974, Brescia si prepara ad accogliere un nuovo luogo di memoria dedicato a questo tragico evento. La Casa della Memoria e la Fondazione Brescia Musei stanno collaborando intensamente per portare a termine questo importante progetto. La prima entità è responsabile dei contenuti, inclusi documenti, studi e testimonianze, mentre la seconda si occuperà dell’allestimento, basandosi sull’esperienza acquisita con il museo del Risorgimento.

Il modello di riferimento per questo nuovo museo è il Museo del Castello. Si tratta di un piccolo museo immersivo che sfrutta la tecnologia per condensare una grande quantità di informazioni in uno spazio limitato. Il percorso del museo catturerà i visitatori e li condurrà attraverso la storia dei patrioti ottocenteschi che contribuirono alla creazione dell’Italia, così come attraverso l’eccidio fascista in piazza, i processi, i depistaggi, e i veri colpevoli di quella tragica giornata.

Il museo aprirà le sue porte presso il palazzo Martinengo delle Palle in via San Martino della Battaglia. Questo edificio era precedentemente la sede della Corte d’appello ed è stato oggetto di un graduale recupero da parte del Comune di Brescia. L’ultimo restauro, finanziato dal Pnrr, ha riguardato la sala del camino. Oltre al museo, attualmente ospita gli Ordini degli architetti e degli avvocati e la sede bresciana della Dia, il Dipartimento investigativo antimafia.

Nel museo, alcune delle testimonianze della Strage di Brescia occuperanno spazi espositivi al piano terra. Questo nuovo luogo di memoria si aggiunge ad altri importanti siti commemorativi della città, tra cui la stele in piazza di Carlo Scarpa, il percorso delle formelle lungo contrada Sant’Urbano fino al castello, e il monumento di Ignazio Gardella al cimitero Vantiniano, dedicato ai caduti di piazza Loggia e ai partigiani uccisi nella lotta di Liberazione. Questa iniziativa conferma la volontà di Brescia di mantenere viva la memoria di eventi tragici del passato.

Il museo della memoria è stato fortemente voluto da Manlio Milani, presidente della Casa della Memoria, e presto verrà presentato il progetto pubblicamente. Questo nuovo spazio rappresenta un importante passo nella preservazione della memoria storica di Brescia, garantendo che le generazioni future possano conoscere e riflettere sugli eventi tragici del 1974.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Esplorazione della vita carceraria attraverso gli occhi dei detenuti in una serie digitale innovativa...

Altre notizie

Brescia Tomorrow