Brescia Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Tragedia in montagna: ritrovato il corpo senza vita di Fabio Ferrari

Il luogo del ritrovamento si trova nei pressi di Baita di Prada, situato poco sotto il monte Muffetto e i Corni del Diavolo.

Nelle ultime ore si è conclusa in modo tragico la ricerca di Fabio Ferrari, un appassionato escursionista di 55 anni originario di Provaglio d’Iseo. L’uomo era uscito da casa domenica mattina per un’escursione nei dintorni di Bovegno e, purtroppo, non aveva fatto ritorno.

Ferrari era un membro dell’associazione Atletica Franciacorta Oxyburn e, quel fatidico giorno, si era diretto nella frazione di Graticelle, da dove aveva iniziato la sua escursione. Tuttavia, questa volta, l’allenamento si è trasformato in una tragedia quando l’uomo è scivolato in un canalone.

Dopo giorni di ricerche e apprensione, il corpo di Fabio Ferrari è stato finalmente ritrovato dai volontari del Soccorso Alpino. Il luogo del ritrovamento si trova nei pressi di Baita di Prada, situato poco sotto il monte Muffetto e i Corni del Diavolo. Questa zona si è rivelata estremamente impervia, rendendo ancora più difficile il compito dei soccorritori. L’intera operazione di ricerca è durata ben 4 ore, mettendo a dura prova gli sforzi dei volontari.

Questo tragico incidente rappresenta la terza morte di un escursionista in montagna nell’arco di pochi giorni nella provincia di Brescia. Sabato scorso, in due diverse zone della provincia, sono deceduti per incidenti in montagna il 44enne Sergio Bologna e il 54enne Adriano Vergolio. Oggi sono stati celebrati i loro funerali, mentre la comunità locale continua a essere scossa da queste tragiche perdite.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Un pasticcere 44enne della Valtrompia, titolare di una nota pasticceria, si trova al centro di...
Operazione dei Carabinieri di Castiglione delle Stiviere: Intervento Massiccio Contro il Narcotraffico...
Un pomeriggio di tensione: Carabinieri e Polizia intervengono per sedare la rissa...

Altre notizie

Brescia Tomorrow