Brescia Tomorrow
Accedi
Cerca
Close this search box.

Cassette postali per raccogliere messaggi d’aiuto contro le violenze

L'iniziativa è stata presentata in occasione di un evento significativo, l'8 marzo

In un mondo in cui il bullismo e la violenza di genere continuano a rappresentare una problematica diffusa e insidiosa, la Provincia di Brescia ha lanciato un’iniziativa rivoluzionaria per combattere questi fenomeni con determinazione e speranza. Attraverso l’installazione di sessanta cassette postali negli istituti superiori provinciali, si offre agli studenti un mezzo discreto e sicuro per segnalare situazioni di abuso o violenza. Questo strumento, introdotto con l’intento di raccogliere testimonianze in forma completamente anonima, mira a fornire un sostegno concreto a coloro che si trovano a fronteggiare queste difficoltà, spesso in silenzio.

L’iniziativa è stata presentata in occasione di un evento significativo, l’8 marzo, giorno dedicato alla celebrazione delle donne e alla riflessione sulle sfide che ancora affrontano nella società. Daniela Edalini, Consigliera con delega alle Pari Opportunità della Provincia di Brescia, ha sottolineato l’importanza di questa azione non solo come momento di sensibilizzazione ma anche come proposta di soluzione pratica e immediata alle vittime o a chi è a conoscenza di abusi. La consegna di una cassetta all’Istituto Omnicomprensivo Bonsignori di Remedello rappresenta un gesto simbolico ma potente, volto a incoraggiare studentesse e studenti a parlare e a denunciare gli episodi di violenza e sopruso.

Questa misura si inserisce in un contesto più ampio di impegno istituzionale contro il bullismo e la violenza di genere, riflettendo la convinzione della Provincia di Brescia nell’importanza di fornire strumenti accessibili e anonimi per facilitare la segnalazione di tali episodi. L’obiettivo è quello di intervenire tempestivamente per prevenire l’escalation della violenza, offrendo al contempo supporto e protezione alle vittime. Il messaggio è chiaro: le istituzioni hanno il dovere di agire per tutelare i più vulnerabili, in questo caso gli adolescenti, che spesso si trovano a tacere per paura o per mancanza di fiducia nei canali tradizionali di denuncia.

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il fine settimana si preannuncia entusiasmante con una varietà di eventi che animano le città...
Un'intera giornata di eventi per onorare il servizio e il contributo alla comunità locale...

Altre notizie

Brescia Tomorrow